La zona morta – Stephen King

download

Sotto la pelle della belva, un uomo. Ma sotto la pelle dell’uomo, una belva.

La Zona Morta è il quinto romanzo di King, pubblicato nel lontano 1979.

Johnny Smith, il protagonista del libro, quando è solo un bambino cade su una pista ghiacciata mentre sta pattinando, sbatte forte la testa e sviene. La sua vita scorre tranquilla e J. diventa un giovanissimo insegnante di liceo, conosce una ragazza con la quale inizia una relazione amorosa e, proprio di ritorno da una gita alla fiera di paese insieme a lei, il ragazzo si trova coinvolto in un gravissimo incidente automobilistico. Incidente che lo lascia in coma per quasi cinque anni. Quando si risveglia scopre che Sarah (la sua fidanzata ai tempi dell’incidente), credendo che non si sarebbe più risvegliato dal coma, ha sposato un altro uomo, con il quale ha avuto anche un figlio. Anche le cose a casa dei genitori sono cambiate in peggio: la madre, da sempre credente, dopo l’incidente del figlio è diventata una fanatica religiosa e ha perso il senso della realtà. Johnny, per caso, scopre che gli basta toccare le persone per avere visioni della loro vita. Passata, presente o futura. Riesce a vedere quasi tutto, qualcosa rimane nascosto in una piccola parte del suo cervello danneggiata dopo il coma, la sua zona morta. Le persone,incredule o spaventate da lui e dalle sue capacità paranormali, iniziano a comportarsi in modo strano e forzato nei suoi confronti: alcuni evitando in tutti i modi il contatto fisico con lui, altri inondandolo di missive e richieste nelle quali lo pregano di utilizzare i suoi poteri nei modi più disparati. Il giovane, dopo aver perso il lavoro di insegnante proprio a causa di questa sua capacità, cercherà di rifarsi una vita normale ma il suo potere continuerà a tormentarlo, soprattutto dopo aver conosciuto uno strano politico in campagna elettorale.

Il romanzo è diviso in due parti: nella prima viene descritto il momento dell’incidente, del lungo coma di Johnny e della sua lenta e faticosa ripresa, nella seconda si parla di una tigre che ride, facendo riferimento ad uno tra i tanti politici (o aspiranti tali) che durante la campagna elettorale tiene dei comizi elettorali a dir poco bizzarri, riuscendo a conquistare le folle. J., dopo avergli toccato la mano, inizia ad avere continui incubi e ad essere turbato riguardo le elezioni. Non sa come, non ha prove schiaccianti ma ha la certezza che l’uomo abbia dei malvagi progetti che metterà a punto una volta eletto.

Personalmente La zona morta è uno dei libri di King che finora mi è piaciuto di meno. Non mi ha colpito, non è riuscito ad appassionarmi, l’ho trovato noioso e difficile da finire, cosa che mi capita davvero raramente. Mi ha decisamente delusa. Non sono una grande amante dei romanzi/racconti a tema soprannaturale ma, quando me ne capita tra le mani uno scritto bene, riesce comunque ad intrigarmi. La zona morta, a mio parere, avrebbe anche una buona trama ma è stato scritto in modo molto prolisso, un centinaio di pagine in meno lo avrebbero reso un libro più piacevole e interessante.

Voto? 6

Manu

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...