Quattro chiacchiere con l’autore – Silvia De Bernardi

Silvia è l’autrice del romanzo Sulla cima del mondo, un romanzo dolce e delicato che ha come protagonisti una maestra e il suo alunno.

Ho voluto intervistarla per scoprire qualcosa in più di lei e del suo libro!

1) Chi è Silvia De Bernardi? Parlaci un po’ di te e delle tue passioni! 3M: mamma, moglie e maestra! 😊 La mia più grande passione è leggere, perché sono curiosa per natura. La mia più grande gioia sono i miei figli: Pietro 5 anni e Mariasole 2 anni. La vita familiare e il lavoro mi completano.

2) Il tuo lavoro da insegnante ha influito sul volerti sperimentare come scrittrice? Sì, decisamente; è proprio dalla mia esperienza di facilitatrice di italiano L2 che nasce l’idea del mio primo romanzo.

3) Come nasce la tua passione per i libri? Fin da piccola mi sono stati proposti dalle mie zie (entrambe insegnanti). La scintilla è poi scoccata da adolescente quando il libro “Va dove ti porta il cuore” della Tamaro, mi fece piangere.

4) Hai qualche fonte di ispirazione, qualche autore che apprezzi particolarmente? Un’autrice che amo, è appunto la Tamaro, per il suo modo di raccontare, a mio avviso “asciutto” e diretto.

5) Quali sono le tue letture preferite? Che generi preferisci leggere? I romanzi di formazione, quelli che indagano l’animo umano e i sentimenti. Al momento sto leggendo l’intera saga di “Anna dai capelli rossi” della Montgomery, che trovo eccezionale!

6) “Sulla cima del mondo” è il primo romanzo che hai scritto o ce ne sono altri precedenti che, magari, hai conservato nel cassetto? È il primo in assoluto.

7) Come è nata l’idea per questo libro? Hai preso spunto da episodi reali o è tutto frutto della tua immaginazione? Ho preso spunto dalla mia esperienza lavorativa, ma i fatti sono inventati.

8) Come sei approdata a BookaBook Edizioni? Attraverso il concorso “Imprese narrative” indetto da Bookabook; presentai la sinossi del libro e fui scelta tra i cinque finalisti.

9) Cosa consiglieresti a chi si sta approcciando per la prima volta alla ricerca di una casa editrice? Affidarsi a una brava editor! È fondamentale che il testo sia privo di errori sostanziali, prima di essere proposto a chiunque, poi scegliere la casa editrice in base al genere del libro.

10) Hai qualche altro progetto in cantiere? Ho tanta, tantissima voglia di tornare a scrivere, perché per il momento sono concentrata sulla pubblicazione del primo libro!

Prima di salutarvi vi lascio la quarta di copertina del libro di questa promettente scrittrice esordiente invitandovi a leggere il suo romanzo che, sono sicura, saprà conquistarvi!

Quarta di copertina: Giovanna è una giovane donna che, con impegno e determinazione, è riuscita a fare della sua passione un lavoro. Trascorre la sua giornata a scuola, circondata da bambini stranieri: come maestra il suo compito è quello di aiutarli a comprendere la lingua italiana e padroneggiarla al meglio, per permettere loro di inserirsi nella rete sociale che li circonda.

Quando dal Marocco arriva un nuovo scolaro, spaesato e impaurito, la giovane percepisce che è suo dovere aiutare il bambino a integrarsi a pieno nella nuova realtà nella quale è stato catapultato. Aziz ha dovuto lasciare in Marocco la famiglia e ora vive in un modesto appartamento insieme al padre il quale è poco presente poiché deve lavorare giorno e notte. Giovanna, resasi conto dei bisogni del suo alunno e spinta dall’impetuosa urgenza di poter rendersi utile, farà del suo meglio per aiutarlo. E quando, per un evento improvviso, Aziz si trova a vivere completamente solo in una città a lui estranea ecco che la determinazione di Giovanna, unita al profondo affetto che la lega al suo studente, cambia le cose. Mentre la donna si prende cura del bambino, tra i due si instaura, giorno dopo giorno, un rapporto solido e profondo che affonda le sue radici nel passato dell’insegnante e genera linfa vitale e indispensabile per il presente di entrambi, andando oltre al semplice legame tra educatore e alunno e trasformandoli in una sorta di famiglia.
Sarà grazie all’affetto che muove le scelte di Giovanna se il piccolo Aziz riuscirà a vivere momenti spensierati ed esperienze importanti, che lo arricchiranno come persona e lo faranno sentire un cittadino del mondo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...